Per le Giornate d’Autunno di sabato 15 ottobre e domenica 16 il FAI di Vallecamonica propone la visita a 4 luoghi legati da un unico filo conduttore: la linea TODT , cioè lo sbarramento difensivo della II Guerra mondiale in Valle.
Verranno proposte passeggiate sulle colline di Gianico e Darfo per poter visitare le diverse tipologie di opere di difesa che i Tedeschi hanno costruito a partire dal 1943 per impedire l’avanzata degli Americani sbarcati in Sicilia.
I manufatti della Vallecamonica facevano parte della “Linea Blu”, uno sbarramento difensivo dell’Italia settentrionale di circa 400 Km che integrava sistemi di diversa natura a seconda delle possibili battaglie (artiglieria a lunga gittata, scontro ravvicinato con sistema di bunker per armamento leggero, postazioni di difesa in roccia dall’attacco aereo, sbarramento per mezzi corazzati) e che tagliava la Bassa Vallecamonica con una profondità di 5 Km per evitare un possibile attacco dal lago d’Iseo.
I lavori furono realizzati dall’Organizzazione paramilitare tedesca Todt con l’impiego di più di 3000 persone, prigionieri ma anche operai locali. La Linea Blu non è mai stata completata e nemmeno, per fortuna, utilizzata, e la Vallecamonica ha evitato di essere zona di guerra, perchè i Tedeschi, dopo lo sfondamento della linea Gustav e nel 1945 della Linea Gotica sugli Appennini da parte degli alleati, hanno ripiegato verso la Germania senza intraprendere altre battaglie.
Di questa fase della storia locale sono rimasti segni ancora visibili in diversi paesi, da Gianico a Darfo B.T. ad Artogne; la maggior parte dell’opera nel tempo è stata distrutta e i materiali, soprattutto il legno e il metallo, reimpiegati, ma sono rimaste le fortificazioni in roccia, che in questi ultimi anni sono state analizzate e valorizzate da storici locali.
Ed è proprio in questo recupero della memoria che si inseriscono le visite delle Giornate Fai, un tuffo nel passato, in una “guerra scampata”, ma accuratamente preparata, e anche in una natura che di questo passato custodisce gelosamente le tracce.
Alcuni studenti del nostro liceo, dopo aver seguito un percorso formativo, saranno ‘apprendisti ciceroni’ nella guida ai beni aperti.

LUOGHI
• Fucine – Darfo B.T. : la strada dei Tedeschi e il Mulino Antonioli
• Gianico (partenza dalla Biblioteca): il muraglione anticarro e il bunker
• Darfo B.T. Località Cappellino: il bunker tobruk e la fossa anticarro
• Darfo B.T. Località Castellino: i tunnel antiaerei scavati nella roccia
• Gianico Biblioteca: proiezione video con immagini e testimonianze inedite
• Darfo B.T. Ristorante Castellino: proiezione video con immagini e testimonianze inedite.

ORARI
SABATO 15 ottobre 2022 dalle ore 14.30 alle ore 17.00

DOMENICA 16 ottobre dalle ore 10.30 alle ore 17.00

In allegato la locandina dell’evento
Per ulteriori dettagli consultare il sito ufficiale del FAI dedicato all’iniziativa

Documenti

FAI Vallecamonica

pdf - 436 kb